16 – 18 Novembre 2018

corso di

scrittura seriale

 

Officine Culturali

Largo Gramsci 7, Bitonto (Ba)

Come si scrive una serie tv

Che cos’è un concept? Come si crea un personaggio? Quali sono i passaggi che portano alla scrittura di una sceneggiatura? Quand’è che una scena funziona? Come si rende credibile un dialogo?

Questo woorkshop si propone come un assaggio di tutto il lavoro d’ideazione e di scrittura da cui parte la produzione di una serie televisiva. Cominciando a riflettere sugli elementi chiave di un racconto (i personaggi, la struttura, il punto di vista ecc.), si cercherà di dar conto delle peculiarità della scrittura seriale: la natura collettiva, l’ideazione in gruppo, la necessità di interazione con tutti i reparti (committenza, produzione, regia, ecc.) che contribuiscono alla realizzazione del prodotto finito.

FRANCESCA SERAFINI

Francesca Serafini, linguista di formazione, scrive libri (Questo è il punto. Istruzioni per l’uso della punteggiatura, Laterza 2012; Di calcio non si parla, Bompiani 2014) e da molti anni sceneggiature per la tv (La squadra; Medicina generale, ecc.) e per il cinema: con Claudio Caligari e Giordano Meacci ha scritto l’ultimo film di Caligari, Non essere cattivo (2015), designato a rappresentare il cinema italiano nella selezione per l’Oscar al Miglior Film Straniero 2015. Sempre con Giordano Meacci ha scritto Fabrizio De André – Principe libero (2018) e, insieme anche con Dori Ghezzi, il libro Lui, io, noi (Einaudi 2018). Tiene da anni corsi di drammaturgia e sceneggiatura per il
cinema e la tv (Serial Writers, minimum fax e Mediaset; Web Series Lab, RSI).

LA LOCATION

Le Officine Culturali: spazio polifunzionale ricco di storia, laboratorio urbano di Bitonto; oltre ad essere la sede operativa della Cooperativa Ulixes è uno spazio a disposizione di giovani professionisti con servizi e attrezzature a sostegno della professionalità, creatività e auto-imprenditorialità.

La sede si trova nei pressi della famosa cattedrale bitontina nel cuore del centro antico della città e occupa un antico edificio medievale che nei secoli è stato adibito a secentesca Regia Corte, carcere mandamentale e, fino al 1984,  a scuola di disegno.

Numero di ore: 20

Costo: 160 euro